Home

Giovani e adulti

Disagio psichico

Famiglie fragili

Immigrate  sfruttate

Un po' di storia

Link

SPAZIO FAMIGLIA
Centro Servizi per i minori e la famiglia della Valbisagno

Famiglie fragili

Sere.fa

Casa madre bambino

I centri servizi sono grosse aggregazioni territoriali di servizi per i minori e per le famiglie gestiti da Enti del privato Sociale, coordinate dal Comune di Genova. Sono in numero di , uno per ogni Ambito Territoriale.  Al loro interno sono stati anche inseriti gli Spazi famiglia con i loro Spazi Gioco: per questo, il CIRS si è trovato coinvolto nell' ATI che gestisce il Centro servizi della Valbisagno, per continuare l'attività nello Spazio Famiglia, in cui era precedentemente coinvolto.
Lo Spazio famiglia è uno spazio accogliente, inserito nel quartiere, ben conosciuto dalle agenzie del territorio, dai cittadini e dalle famiglie attraverso momenti specifici di presentazione delle iniziative.
Esso offre interventi a favore di tutte le famiglie e della cittadinanza: informazioni in merito a servizi, iniziative, procedure, percorsi istituzionali riguardanti la famiglia; ma anche, e soprattutto, accoglienza, orientamento, consigli alle famiglie.
Promuove coesione sul territorio, sviluppando azioni sinergiche con i servizi e con le associazioni per la promozione di iniziative territoriali.
Assume una funzione primaria di sostegno alla genitorialità in difficoltà alla famiglia in diverse situazioni di disagio, con la possibilità  di attivare diverse competenze e risorse per rispondere agli specifici bisogni o percorsi di sostegno. In particolare da sottolineare la possibilità di attuare ed integrare interventi sia di bassa che di alta soglia.
Il CIRS di Genova è impegnato nel territorio della Valbisagno; la sede di operatività del progetto è in Via Alliende per l'alta Valbisagno, mentre per la Bassa Valbisagno è in atto la ricerca di nuovi locali per ospitare il "Punto Famiglia".
I contenuti sostanziali dell'intervento educativo affidato alle educatrici del CIRS sono: una intensa collaborazione con l'Ambito Sociale del territorio per gestire sia gli "incontri protetti" richiesti dall'autorità giudiziaria fra i minori affidati a famiglie e i loro singoli genitori biologici, sia i progetti educativi temporanei a favore di nuclei in difficoltà; a fianco di queste si pongono poi importanti funzioni di consulenza o di semplice informazione a favore dei genitori e attività pedagogiche di ampio respiro, anche in connessione con le scuole; infine, vi sono molteplici compiti di rilevazione ed elaborazione dati, di rendicontazione, di relazione sui casi.
Questi specifici compiti sono integrati all'interno delle complessive attività dello Spazio Famiglia sopra sintetizzate, tutte orientate al raggiungimento dei seguenti obiettivi:
  • promuovere coesione sociale;
  • diffondere la cultura e la mentalità dell'auto / mutuo aiuto;
  • dare sostegno a singoli membri o a tutto il nucleo familiare, in momenti fortemente critici;
  • dare informazioni a tutto campo sulle problematiche da affrontare e le vie di supporto esistenti.